Sei in: Mondi medievali ® Castelli italiani ® Emilia Romagna ® Provincia di Parma

   CASTELCORNIGLIO, CASTELLO

a cura di Elisa Delgrosso

scheda    cenni storici    come visitarlo


Il castello.

Veduta dall’ingresso della torre est; in basso, lo stemma, di recente fattura, sulla torre ovest.

  clicca sulle immagini in basso per ingandirle

Castelcorniglio  Castelcorniglio

 

Ingresso della torre ovest (o torre della meridiana). Da qui si nota anche la cortina merlata  Particolare della torre ovest (lo stemma a lato è di recente fattura)


Epoca: l'origine del castello è da far risalire ai primi decenni del XIII secolo, mentre la struttura attuale si colloca fra il XV ed il XVI secolo 

Ubicazione: a Specchio, nel cuore della Val Pessola, in provincia di Parma.

Stato di conservazione: ottimo. Il castello è stato oggetto di molteplici restauri che ne hanno modificato lo stato originario, ma per fortuna sono stati fatti con una certa oculatezza.

Come arrivarci: Specchio dista 37 km da Parma città, e 10 km dall'A1 Parma-La Spezia. All'uscita di Fornovo si prosegue per Varano fino alla deviazione per Fopla. Poi numerose indicazioni conducono facilmente al castello, anche se gli ultimi 400 metri circa sono in strada sterrata.

     

Cenni storici

Questo castello è l'antico «Corniliolum» degli statuti del Comune di Parma, quando era feudo del Podestà di Mariano di Pellegrino.

Le prime notizie vengono dal lontano 1226, anno in cui il castello viene descritto come fronte di difesa per lo sbarramento alla bassa Val Ceno.

Dal Comune di Parma passò successivamente a Manfredo Pallavicino, lungo un periodo segnato da incessanti lotte fra famiglie signorili, fra le quali sovrastavano i Visconti, spostandosi a quei Pallavicino del ramo di Scipione per poi finire nei feudi della famiglia Rugarli, già vassalli dei potentissimi Landi, famiglia che possedeva numerosi castelli nella zona, molti dei quali andati perduti completamente.

La struttura di Castelcorniglio non è molto grande, anche per le evidenti limitazioni orografiche in cui è collocato. Vi si nota un'intera cortina di merli ghibellini con due torri circolari poste all'ingresso, più un massiccio 'palazzo' centrale sovrastato da un torrione quadrato.

Molto particolare la struttura dei cortili. Ce ne sono ben tre: due accostati all'ingresso, il terzo sul retro, collegato agli altri da un androne che passa al centro della struttura.

Ciò che ora è visibile, in realtà è più una villa-castello di mirabile fabbrica, la cui costruzione conserva ancora un certo fascino.

      

Come visitarlo

Attualmente il castello è di proprietà privata, e ospita un agriturismo. Nulla vieta un'occhiata in giro...

    

   

©2004 Elisa Delgrosso. La prima immagine riquadrata, inserita nel 2017, tratta dal sito www.trekkingtaroceno.it.  

     


su  Emilia  provincia di Parma

Home