Sei in: Mondi medievali ® Castelli italiani ® Emilia Romagna ® Provincia di Parma

FELINO, CASTELLO

a cura di Elisa Delgrosso

scheda    cenni storici    come visitarlo    video


In alto, una veduta d'insieme del castello.

 

A sinistra, l’ingresso col ponte visto dal basso del fossato asciutto. A destra, l’accesso al cortile d’onore. L’antico ponte levatoio già nel secolo scorso venne sostituito con un ponte fisso, ora sottolineato con catene posticce.

  clicca sulle immagini in basso per ingrandirle

Felino  Felino

 

Lato ovest della costruzione, che presenta quattro torrioni angolari disuguali  Torrione est  Ingresso ai sotterranei  Particolare


       


Epoca: la prima notizia della presenza di questo castello risale al 1140.

Ubicazione: nella cittadina di Felino (PR), a ridosso del fiume Baganza, stretto fra questo fiume e il Parma.

Stato di conservazione: è molto buono sebbene l’interno sia stato compromesso già molto tempo fa.

Come arrivarci: da Parma dista 18 km e si trova sulla statale per Langhirano/Sala Baganza. 

     

Cenni storici.

Dopo le prime notizie del castello di Felino, risalenti al XII secolo, sappiamo che il castello vive la sua età aurea con il casto dei Rossi, che lo possedettero a partire dal XIV secolo.

Nel 1483 viene però occupato da Ludovico il Moro, che si rese responsabile della distruzione della cinta muraria e di molte altre parti difensive dell’originaria struttura.

In seguito il castello viene ricostruito dalle famiglie dei nobili Pallavicino-Sforza e dei Farnese, i quali ultimi lo dominano in successione cronologica.

Felino passa poi di mano in mano fra duchi e marchesi poco noti e di schiatta inferiore, per poi entrare a far parte dello stato di Parma a fine XVIII secolo.

La cerchia muraria non è più stata ricostruita, e fino a pochi anni fa il castello era in condizioni piuttosto pietose. Fortunatamente è stato restaurato ed ora ha ritrovato la sua antica fisionomia ed il suo originario carattere austero.

   

Come visitarlo

Il castello resta aperto da aprile a novembre ed è parzialmente visitabile, cioè solo nelle mura esterne, nella corte e nei sotterranei. Vi si trova anche un noto ristorante: perciò il luogo è associato all’idea di feste e banchetti, che peraltro si tengono regolarmente. Infatti, in queste occasioni il castello potrebbe essere non vistabile.

     

   

©2004 Elisa Delgrosso. La prima immagine riquadrata, inserita nel 2017, tratta dal sito www.alleroncole.it/borghi-antichi-rocche-e-castelli. I video non sono stati realizzati dall'autore della scheda.

     


su  Emilia  provincia di Parma

Home